DOMANDE RELATIVE ALLA MANUTENZIONE

DOMANDE RELATIVE ALL'UTENZA

DOMANDE RELATIVE AGLI ALLOGGI

Clicca su una voce per accedere alle domande relative

DOMANDE RELATIVE AGLI ALLOGGI

DOMANDA: potrei comprare l’appartamento dove abito? Il mio vicino lo comprò molti anni fa a un buon prezzo.
RISPOSTA: la proprietà degli alloggi popolari in Emilia-Romagna è passata praticamente per intero ai Comuni, a seguito della legge regionale n. 24 del 2001. Tutte le valutazioni e decisioni  in merito a quali alloggi inserire nel piano vendita sono esclusivamente di competenza di ogni Comune che è il proprietario. ACER, in qualità di gestore, può occuparsi della procedura di vendita se il Comune lo incarica, diversamente la procedura è seguita direttamente dal Comune, al quale, se c’è interesse, l’assegnatario può manifestare il proprio interesse all’acquisto. La legge attuale non obbliga il Comune a mettere in vendita l’appartamento, neanche se vi è una domanda dell’assegnatario. I prezzi di vendita sono quelli di mercato: la legge attualmente in vigore, a differenza delle leggi del passato, non prevede più  prezzi agevolati né sconti. Se il Comune decide di mettere in vendita un appartamento, deve comunque indire un’asta alla quale può partecipare qualunque cittadino, nel rispetto delle condizioni del bando d’asta.

DOMANDA: l’assegnatario non ha quindi nessuna tutela? Potrei restare senza casa?
RISPOSTA: l’assegnatario, in caso l’asta sia valida, ha il diritto di prelazione, cioè ha diritto di comprare l’appartamento al prezzo offerto dal miglior offerente . Anche nel caso rinunci alla prelazione, la legge regionale prevede che il Comune tuteli il diritto dell’assegnatario a una casa di edilizia popolare.

DOMANDA: ho ereditato un alloggio popolare comprato dai miei genitori tanti anni fa. Ho sentito dire che non posso vendere liberamente, ma esiste la prelazione  a favore di ACER. E’ vero?
RISPOSTA: dal dopoguerra ad oggi è stato venduto un numero altissimo di case popolari in applicazione a parecchie leggi che si sono succedute nel tempo e che hanno previsto in modo assai diverso  calcolo del prezzo,  modalità di acquisto e vincoli alla proprietà. Prima di intraprendere una trattativa per rivendere un alloggio popolare è necessario esaminare con attenzione il contratto di acquisto o rivolgersi al notaio o agli uffici di ACER per verificare se vi siano vincoli o se l’alloggio sia immediatamente commerciabile.  Soltanto alcune leggi prevedono il diritto di prelazione a favore degli IACP (oggi ACER ) , tale vincolo, quando esiste, è chiaramente indicato nel contratto di acquisto. In tal caso verrà espletata una pratica presso ACER, diversa a seconda della legge di acquisto.

DOMANDA: Abito in un appartamento di ERP all’interno di un condominio gestito da un Amministratore.  Oltre al canone di affitto, devo pagare le spese di ascensore e della luce delle scale e a chi devo fare i pagamenti? Ho diritto a partecipare alle assemblee condominiali?
RISPOSTA: quando l’alloggio assegnato si trova all’interno di un condominio costituito e amministrato da un Amministratore , libero professionista, bisogna conoscere e rispettare anche il regolamento di condominio e le delibere condominiali. Oltre ai rapporti con ACER, si avranno rapporti anche con l’Amministratore condominiale per tutto quello che riguarda la gestione e utilizzo delle parti e impianti comuni. Naturalmente tutte le spese di consumo e di manutenzione ordinaria dei servizi comuni (pulizia scale, consumo ascensore, luce scale, giardinaggio, ecc.) sono a carico dei residenti, quindi anche dell’assegnatario dell’alloggio ERP. Per le manutenzioni in particolare esiste un regolamento di suddivisione della spesa tra assegnatario e ACER (Comune). Bisogna quindi pagare le quote richieste dall’Amministratore condominiale. Se l’inquilino non paga, ACER anticipa la sua quota, poi gliela addebita nel bollettino di riscossione del canone con la mora aggiuntiva. Dal momento che l’assegnatario paga anche una parte del compenso dell’Amministratore ha diritto a chiedergli  - meglio se in assemblea o chiedendo un appuntamento – chiarimenti sui consuntivi e riparti.  Se vi sono difficoltà ci si può rivolgere agli uffici di ACER, ma è bene, per evitare incomprensioni, rapportarsi il più possibile con l’Amministratore. Naturalmente  sempre e soltanto per quello che riguarda le parti e gli impianti comuni dell’edificio o per l’applicazione del regolamento condominiale.  ACER chiede espressamente a tutti gli Amministratori di invitare alle assemblee condominiali anche i propri assegnatari, quando vengano trattati argomenti che li possano riguardare direttamente.  Si ricorda che, per legge, l’inquilino non ha diritto di voto, se non per le decisioni sulla gestione dell’impianto di riscaldamento centralizzato ( condizionamento centralizzato) . Il conduttore in locazione ha diritto di intervenire alle riunioni condominiali, senza diritto di voto, se si discute di modifiche agli altri servizi comuni. Comunque, quando ci siano, da parte degli assegnatari, lamentele o richieste fondate, relative alla gestione dei servizi comuni, gli uffici di ACER sono disponibili ad esaminarle per eventuale presentazione nell’ assemblea dei proprietari.

DOMANDA: Se i vicini fanno rumore negli orari di riposo devo lamentarmi con ACER?
RISPOSTA: dal momento che si tratta di un’infrazione al regolamento di condominio bisogna mettere al corrente l’Amministratore, meglio se per iscritto e con i dettagli necessari.  Se il “maleducato” fosse un altro assegnatario di ERP, è bene segnalarlo anche ad ACER per le eventuali misure di competenza.  Se invece si tratta di problemi nei rapporti interpersonali, l’Amministratore non ha nessuna competenza né la possibilità concreta di intervenire. A seconda della gravità delle situazioni, ci si potrà rivolgere ai soggetti preposti, a partire dagli operatori della mediazione sociale.

2012 DOMANDE FREQUENTI. ACER Azienda Casa Emilia Romagna della Provincia di Forlì Cesena CF 00139940407 V.le G. Matteotti, 44 - 47121 Forlì - Tel 0543 451011 - Fax 0543 451012
Powered by Joomla 1.7 Templates

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.